6 modi per guadagnare con la tua “ossessione” sportiva

Sono rari gli esempi di persone che hanno saputo fondere assieme passione e realtà lavorativa. Il privilegio da non trascurare è quello di trascorrere le propria giornata senza dover per forza pensare a quando ne arriverà la fine o meglio ancora a quando arriverà il week end per dedicarsi alle proprie passioni o ad un meritato riposo.

Non da meno anche per chi vive lo sport come una “sana” malattia, riuscire a trasformare il proprio entusiasmo in moneta sonante senza essere un atleta professionista, rimane un desiderio sempre pronto ad essere espresso.

Con l’aiuto della tecnologia

Negli ultimi anni il mercato del lavoro ha proposto nuove figure professionali legate al mondo social. Ecco allora che la prima proposta che possiamo avanzare è quella di divenire “youtubers”, filmando performance e mettendole poi a disposizione su canali a tema. La qualità del materiale e la professionalità possono decisamente fare la differenza in termini di visualizzazioni, sponsorizzazioni e conseguenti guadagni.

Rimanendo in tema visualizzazioni, sempre più richiesti i “blogger” rappresentano soprattutto per il mondo giovanile, una fonte di ispirazione e conoscenza. Tenere un proprio blog, aggiornarlo con le nuove tendenze e renderlo sempre più appetibile ai visitatori della rete, ci consente un salto di qualità notevole alla voce introiti.
Dietro ad una tastiera si possono infine fondere la conoscenza del mondo sportivo, la maniacale attenzione ai dettagli ed un pizzico di buona sorte, investendo piccole cifre nelle scommesse sportive. Numerosissimi i siti a cui rivolgersi, ricordando sempre di agire con moderazione ed oculatezza.

Professione Sport

Quando la passione arriva a tale punto che non se ne può davvero fare a meno, perché non intraprendere il percorso di formazione per divenire “istruttori”. Un modo davvero profondo di vivere lo sport, perché il lavoro non rimane più solo sul campo dove l’atleta si esprime, ma si trasferisce anche al di fuori con programmazione, ricerche, aggiornamenti, in un circolo virtuoso che trasmette entusiasmo a chi lo vive quotidianamente.
Per chi ha la possibilità di avere un piccolo capitale iniziale, si può invece parlare di investimento a tutto tondo, creando magari una propria situazione di riferimento. Come ad esempio per chi pratica attività di fitness in palestra, la possibilità di aprirne una, magari iniziando dal ruolo di istruttore per poi (si spera) trasformarsi in un manager a 360°.

Infine non da meno giova ricordare che il tenersi in buona salute ed in forma grazie all’attività fisica (professionale o amatoriale), allontana le minacce dal nostro fisico e le conseguenti spese mediche. Una sorta di risparmio preventivo che non può non essere considerato un vero e proprio guadagno!

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *